Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2013

Fine impero di Giuseppe Genna

Uno scrittore che per sopravvivere scrive per delle riviste di moda ha perso tutto. 
Quel tutto è niente. 
Moda, feste, zio Bubba l'impresario, ragazzi e ragazze nude, disposti a tutto per aver accesso allo show business e il Proprietario, sono i personaggi del nulla, di un mondo collassato e privo di alcun senso, che riflette e come non potrebbe se stesso. 
La tragedia personale, la morte della piccola figlia dell'intellettuale, dieci mesi appena, morta a causa di una depressione neonatale, apre e chiude il romanzo: un' insufficienza del desiderio, vitale per l'incapacità di sopportare il peso del mondo, la costringe alla cianosi prima e alla morte poi.
Corpi ricercano il desiderio di sé ormai perduto, e lo ritrovano all'interno di un immaginario collettivo, solo pixel, l'unica essenza di realtà nell'irrealtà di un fine impero.
Fine impero di Giuseppe Genna Editore: minumum fax Anno di pubblicazione: Giugno 2013 Pagine: 237